Masseria Salamina tra le 10 masserie da visitare assolutamente per scoprire la Puglia più autentica

di Marzia Papagna

Una costa stupenda e spiagge che meritano un tuffo almeno una volta nella vita. La Puglia è blu come il suo mare, ma ha anche tutti i colori della terra.

E quando ci si sposta dalla costa verso le campagne, ecco che si scopre l’ennesimo tesoro di questa regione: le masserie che, con le loro facciate bianche, esprimono tutto il fascino della vita rurale d’un tempo. Sono strutture antichissime, risalenti anche al 700.

In passato erano le dimore del massaro che aveva il compito di gestire il lavoro dei campi.

Oggi sono aziende agricole, molte delle quali seguono le regole della coltivazione bio, alcune sono state convertite in b&b e in ristoranti. Altre, quelle più moderne, sono relais per matrimoni o vacanze di lusso. Si può seguire un itinerario originale e diversificato alla portata di tutti, che raccoglie i consigli degli autoctoni.

Il primo suggerimento arriva da Alfredo de Liguori, responsabile Marketing di Pugliapromozione, secondo cui bastano tre motivi per visitare le masserie pugliesi: scoprirne la storia, ammirarne l’architettura e lasciarsi affascinare dalla loro indiscussa bellezza.

Quello delle masserie infatti è un itinerario autentico che permette di conoscere luoghi straordinari, ma soprattutto storie eccezionali.

“Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età”, dice De Liguori. Alcune delle masserie didattiche, che rientrano in un progetto regionale, hanno iniziato a creare percorsi dedicati agli studenti, poi ampliati in tour esperienziali fruibili ai turisti”.

 

Oggi giornata da #piscina

A post shared by Masseria Salamina (@masseriasalamina) on

Masseria Salamina – Fasano

Siamo a Pezze di Greco, una frazione di Fasano, bandiera blu negli ultimi sette anni consecutivi.

Masseria Salamina è tra le più antiche di tutta la Puglia. Recensita da decine di riviste nazionali e internazionali come il New York Times, è conosciuta per la sua incantevole struttura, il paesaggio rurale e la cucina sana e a chilometro zero.

A 20 minuti in macchina c’è Torre Guaceto, riserva naturale del Wwf, ideale per chi si cerca una vacanza all’insegna dello sport e della natura: snoorkling, windsurf e bicicletta.

Nella zona, a chi è attento alle relazioni umane, c’è Masseria Trotta, valutato con un 9,4 su Booking: la cotognata di Ciccio, le marmellate di Rossella, il mare di fronte e alle spalle la collina della Selva di Fasano.

Gli animali qui sono i benvenuti. Nello stesso territorio c’è il gruppo dei 5 stelle, Torre Coccaro e Masseria Cimino, e quelle del gruppo San Domenico Hotels, tra cui Borgo Egnazia (nota per il matrimonio indiano da 10 milioni di dollari e le vacanze in Puglia di Madonna. Si trova vicinissimo al Parco archeologico di Egnazia), e Masseria Cimino, guest house del prestigioso San Domenico Golf: 18 buche distribuite in 6300 metri di prati. Sullo sfondo c’è sempre l’Adriatico.

(Fonte: huffingtonpost.it)

 

Puoi trovare l’articolo intero a questo link 

 

Ti Piace? Condividilo!

Leave Comment

due + diciotto =

Scroll Up